Unlock Creativity

Metti la competenza al servizio della comunità

Unlock Creativity
Stefano Zadro
Digital strategy, social communication
30 Marzo 2020

LOCKDOWN CASE STUDY
Farmacia Fratto di Portogruaro (VE)

Comprendi i bisogni della collettività e metti in pratica azioni che aiutino le persone, sfruttando le tue competenze e i canali a disposizione, per aumentare la fiducia nei tuoi confronti e stringere nuove relazioni. 

Il dott. Fratto utilizza da anni la pagina Facebook della sua Farmacia e un numero WhatsApp Business per comunicare con suoi i clienti e dare consigli utili.

Con l’emergenza sanitaria causata dalla pandemia del virus Covid-19 ha affiancato al lavoro in farmacia quello di informatore e divulgatore, lanciando dirette Facebook e pubblicando quotidianamente contenuti per fornire informazioni utili ed essenziali.

I social network sono un potente veicolo di informazioni, che però spesso si rivelano imprecise se non totalmente fake.

Il dott. Fratto ha quindi intrapreso un’importante opera di produzione contenuti fornendo consigli per gestire al meglio questa emergenza sanitaria.

Analizzando le conversazioni degli utenti sui temi più caldi inerenti al Coronavirus, il dott. Fratto si è impegnato a creare ogni giorno contenuti per chiarire la situazione o smentire notizie inesatte.

Con questi contenuti ha aumentato la propria autorevolezza, generato fiducia intorno al suo brand e instaurato nuove relazioni.

Abbiamo chiesto al dott. Fratto i motivi e le modalità che ha adottato per realizzare questi contenuti.

Che cosa ti ha spinto a realizzare questa attività?

Ho sempre considerato i social un modo per andare al di là della pianta organica della farmacia e riuscire così a comunicare a più persone i nostri valori e condividere le nostre competenze.

Per noi, è fondamentale poter comunicare la nostra filosofia ed il nostro approccio al ruolo sociale del farmacista che vuole mettere il benessere al centro della vita delle persone.

Pensiamo che il farmacista possa essere la figura più facilmente raggiungibile dalle persone e per questo possa essere utile a divulgare a tante persone i principi di un corretto e sano stile di vita, per vivere bene e più a lungo.

Come ti sei organizzato per metterla in pratica?

Abbiamo privilegiato un solo canale social, Facebook nella fattispecie, per la nostra comunicazione. Sia per la fascia di età al quale i nostri messaggi sono più orientati sia per la possibilità di usare più il testo che le immagini.

I nostri post sono spesso più lunghi rispetto alla media dei post di altre pagine.
Questo perché privilegiamo un esauriente approccio scientifico alla nostra comunicazione, cercando prevalentemente clienti interessati ai nostri contenuti che non il semplice “mi piace”.

In questa fase di emergenza sanitaria, abbiamo inoltre deciso di ampliare i nostri servizi, mettendo a disposizione delle consulenze “virtuali” tramite la piattaforma Whereby, così da poter personalizzare ulteriormente i nostri consigli di benessere, senza dover necessariamente far uscire le persone di casa.

Mi occupo personalmente della gestione dei social per poter condividere le mie competenze in modo diretto, così come l’erogazione delle consulenze (sia virtuali che in farmacia), grazie alla costruzione nel tempo di uno staff preparato e affidabile al quale delegare molto delle responsabilità quotidiane del servizio al banco in farmacia.

Ricevi i nuovi articoli

Ti piace il nostro blog?
Non perderti i prossimi articoli.


Raccontaci la tua idea

Ci piace confrontarci con nuovi progetti. Qual è il tuo?